sabato 21 settembre 2013

Articolo

Ciao ragazzi . Vi segnalo il mio nuovo articolo che ho scritto per il magazine studentesco dell'Universita Cattolica del Sacro Cuore (.http://insidemag.altervista.org/the-shape-of-punk-to-come-simbolo-di-un-cambiamento/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=the-shape-of-punk-to-come-simbolo-di-un-cambiamento&utm_source=twitterfeed&utm_medium=twitter&utm_term=INSIDE,+insidemagazine.org,+UniCatt ) . Buona lettura :)


venerdì 30 agosto 2013

NEW ALBUM BABY SHAMBLES

Ciao ragazzi , come va ? E da un po che non scrivo . Volevo segnalarvi che , sul sito dei Babyshambles , potete già effettuare il pre-ordine del nuovo album ''Sequel to the Prequel'' . Potete comunque ascoltare le canzoni su Spotify , su Facebook o su You Tube . Secondo me non promette male . Sempre in merito alla band di Pete Doherty volevo segnalarvi anche alcune date inglesi :

1) 4 Settembre 2013 al Barrowland di Glasgow
2) 5 Settembre 2013 al 02 Academy Newcastle di Newcastle Upon Tyne
3) 6 Settembre 2013 al 02 Academy Leeds di Leeds
4) 7 Settembre 2013 al Manchester Academy 1 di Manchester

Detto questo vi auguro una buona serata o una buona notte dal vostro Francesco e STAY ROCK :)

sabato 24 dicembre 2011

NUOVO ALBUM DEI THE STROKES

Ciao ragazzi , qualche giorno fa ho ascoltato l'ultimo album dei The Strokes : ANGLES. Secondo me il loro stile musicale non è cambiato rispetto agli album precedente . E un ottimo album !! Voi cosa ne pensate ??


A presto ..... FRANCESCO


PS : se qualcuno non lo ha ancora ascoltato , consiglio di farlo , perchè secondo me merita , anche se come ho detto prima il loro stile non è mutato .

domenica 18 dicembre 2011

PERCHE ?

Ciao a tutti . In questo post voglio spiegare le ragioni che mi hanno portato ad ascoltare musica indie . E successo circa un anno fa . Stavo facendo una ricerca su internet , ricerca che riguardava la situazione musicale in Italia . Alla fine di questa sono giunto alla conclusione che purtroppo in Italia ci sono tantissimi giovani che cercano , con tutti i mezzi possibili , di entrare o meglio ''sfondare'' nel mondo musicale . Ma questo risulta essere impossibile . Perchè? La risposta è facile , perchè in Italia il sistema musicale , così come quello dei media , è strettamente controllato dal c.d. MAINSTREAM , che favorisce invece soltanto una parte di questi giovani . Nella maggior parte dei casi si tratta di persone che partecipano a trasmissioni che caratterizzano (seppur sotto certi aspetti in maniera negativa) il nostro paese . Per questo motivo giovani artisti , anche miei coetanei si rivolgono ad etichette indipendenti per cercare di esprimere musicalmente parlando le loro emozioni . Ma anche questi giovani che si rivolgono ad etichette indipendenti non trovano spazio e non lo troveranno mai uno spazio per farsi notare a causa del mainstream . Un altro fattore , conseguenza del mainstream , è il pregiudizio che comporta una visione negativa tra chi ascolta generi COMMERCIALI e chi ascolta generi invece NON COMMERCIALI   ..... A queso punto qualcuno di voi sicuramente si chiedera :
1) PERCHE IN ALTRI PAESI COME INGHILTERRA E U.S.A LA SITUAZIONE E DIVERSA?
2) COME RISOLVERE QUESTA SITUAZIONE DRAMMATICA DELLA MUSICA ITALIANA?

Per quanto riguarda la prima domanda , in paesi come Inghilterra e Stati Uniti la situazione è completamente diversa in quanto questi paesi sono il fulcro della musica rock/pop , basti pensare a gruppi come Beatles , Rolling Stones , David Bowie , Queen . Pertanto , anche se anche in questi paesi , come anche negli altri paesi del mondo , c'è il problema del mainstream , però c'è secondo me un equilibrio tra il mainstream con gli altri generi indipendenti . Per fare un esempio negli Stati Uniti c'è una stazione radio per ogni genere musicale , quindi lascio a voi notare l'efficienza . A questo punto mi collego con la seconda domanda . Ritengo , alla luce anche del discorso precedente , che anche il sistema musicale italiano debba trovare un livello di equilibrio tra ciò che è mainstream e ciò che non lo è . Questo per il semplice fine di favorire tutti e NON alcuni . La domanda è : ''Come?'' . Da studente del primo anno di giurisprudenza ritengo che , riprendendo un'affermazione del preside della mia facoltà , il mondo ha '' un disperato bisogno di regole '' , e così anche nel mondo musicale . C'è bisogno quindi un bisogno di creare nuove regole non solo di applicarle , questo sempre in ripresa dell'affermazione , che in questo caso riescano a soddisfare il bisogno tutti e non alcuni ; delle regole che , in conclusione , riescano ad equilibrare ogni singolo genere musicale e che allo stesso tempo reprimano anche i pregiudizi che ne bloggavano questa unione .

Ci tengo comunque a precisare , anche se sicuramente quancuno di voi lo ha già intuito , che non sono propriamente contrario al mainstream , non lo voglio cioè eliminare , ma semplicemente fare in modo che il mainstream e l'indie possano ''convivere'' pur essendo completamente diversi tra loro !!

CIAO A TUTTI . UN SALUTO ...... FRANCESCO !

PS = commentate !! :)

   

sabato 17 dicembre 2011

CHE COSA SIGNIFICA INDIE ROCK?

L'Indie rock è un genere dell'alternative rock che domina principalmente nella scena musicale underground indipendente. Le sue origini risalgono alla fine degli anni ottanta nel Regno Unito e negli USA.
Il termine è a volte utilizzato in modo inappropriato con riferimento alla musica underground nel suo complesso, anche se più in particolare implica la musica che non riconosce tutti i criteri dell'essere rock, al contrario dell'indie pop o di altri generi. Tali canoni variano da una strumentazione rock più complessa (chitarra elettrica, basso, percussioni dal vivo e voce) ad una più astratta. È, tuttavia, non raro vedere una varietà di strumenti che sono raramente utilizzati in altri generi rock, come il violino e la armonica.
"Indie rock" è l'abbreviazione di "independent rock", perché molti dei suoi artisti sono o sono stati firmatari ad etichette discografiche indipendenti, piuttosto che grandi case discografiche. Gli artisti indie rock hanno scelto degli avamposti per mantenere il pieno controllo della loro musica e la carriera, rilasciando album su etichette discografiche indipendenti (talvolta anche autoproducendosi) e sfruttando il turismo, il passaparola, e la trasmissioni nei college universitari o le stazioni radio per la promozione. (da WIKIPEDIA)

Non si tratta di un singolo genere musicale , ma una molteplicità di generi rinchiusi in un unico genere . Per questo motivo l'indie rock si suddivide in tanti sottogeneri , che adesso non sto ad elencare in quanto starei una giornata intera soltanto ad elencarli . Posso però dire che principalmente si può trovare da un lato un indie rock che personalmente definisco TRANQUILLO , che riprende generi tipo folk rock , country ; dall'altro lato si può invece trovare un indie rock sempre da me definito PESANTE , caratterizzato dalla ripresa di generi tipo garage rock e punk rock principalmente . Ripeto ancora una volta che questa è una classificazione personale fatta semplicemente per semplificarne la lettura e la comprensione .